15Di settembre l’uva rende e il fico pende…
Quale proverbio migliore rappresenta settembre come il mese del trionfo per la raccolta di frutti, ortaggi e tuberi o per l’abbondanza di fiori e bulbi. Ma settembre è anche il mese in cui la manutenzione dei giardini e degli orti diventa fondamentale.

L’estate ormai è al termine e rientrati dalle vacanze la natura si mostra in tutto il suo splendore prima di addormentarsi nel declino invernale. Nel mese di settembre molti sono gli interventi che possiamo fare per prenderci cura del verde. Per verde non intendiamo riferirci solo a giardini e aiuole ma anche agli orti che sempre più spesso troviamo nelle città e non solo nelle campagne. Non è raro infatti trovare case e appartamenti in pieno centro con giardini e piccoli appezzamenti di terra adibiti proprio alla coltura dell’orto.

Entriamo adesso più nel dettaglio. Vediamo gli interventi di manutenzione da effettuare a giardini e orti nel mese di settembre per evitare di arrivare impreparati alla stagione invernale.

1 – Raccogliamo i premi della nostra fatica ovvero frutta, ortaggi, tuberi e quant’altro giunga a maturazione.

2 – Smuoviamo il terreno compattatosi durante l’estate per favorire l’arieggiamento.

3 – A mano a mano che il caldo scende, caliamo con le annaffiature delle piante. Annaffiamo il verde quanto basta a mantenere umido il terreno. Bagniamo sempre al piede le piante o quant’altro per evitare il proliferare dei batteri e dei funghi che con l’umidità aumentano in modo considerevole.

4 – Continuiamo a concimare le piante per allungare il loro ciclo vegetativo. Le continue annaffiature dell’estate hanno dilavato molte sostanze nutritive del terreno. Sarà quindi necessario aggiungere all’acqua del concime liquido oppure mescolare al primo strato di terra del concime granulare.

5 – Qualora non avessimo più colture da raccogliere, puliamo l’orto e prepariamolo alla vangatura. Iniziamo a coprire con teli in tessuto non tessuto gli ortaggi più delicati quali melanzane, fagioli, pomodori e zucchini.

6 – Non dimentichiamoci del diserbo. Quando le temperature iniziano a scendere, e il clima diventa più fresco con maggiori precipitazioni, le erbacce iniziano a ricrescere. L’intervento di diserbo è fondamentale per evitare danni a giardini e orti. Le erbacce infatti sottraggono nutrienti alle colture, crescono più rapidamente delle piante ombreggiandole e sono il riparo ideale per gli insetti e i parassiti. Qualora la superficie da trattare fosse notevolmente estesa, oppure non abbiate voglia di mettervi all’opera, contattateci per un preventivo gratuito. Saremo lieti di eseguire l’operazione e vi regaleremo preziosi consigli su come mantenere il vostro giardino od orto durante la stagione invernale.

7 – Eseguiamo l’ultima potatura che stimola la formazione di legno nuovo.

Ricordiamoci inoltre che settembre è il mese dell’uva. Uno dei frutti principe della nostra tradizione. Varie sono anche le manifestazioni che vengono organizzate in Toscana per celebrare la tradizione vinicola che ci accompagna da sempre.