Le pulizie di casa sono un dovere che, purtroppo, va svolto con puntigliosa quotidianità (o quasi). Uno dei campi di battaglia più ardui da affrontare è sicuramente il forno.

Il segreto principale della pulizia del forno è la tempestività. Potreste considerarlo un “segreto di pulcinella”, ma in realtà molte persone effettuano la pulizia del forno solo poche volte l’anno, lasciando che le incrostazioni diventino sempre più numerose e difficili da togliere.

Se siete avvezzi alla navigazione su internet, sicuramente avrete trovato un migliaio di magici rimedi “naturali” che vi consentirebbero – condizionale d’obbligo! – di pulire il vostro forno con semplicità, quasi come non fosse mai stato incrostato. Se però state consultando il nostro blog vuol dire che volete un risultato professionale, non certo il classico rimedio della nonna.
Molti di questi blog puntano il dito contro la “pericolosità” dei materiali con cui vengono fatti i detergenti in commercio, cavalcando la paura inconscia di ogni consumatore. È vero che, in passato, alcuni prodotti avevano un odore sgradevole, oltre che un’efficacia limitata; ma si parla, appunto, del passato.

Come dicevamo prima, il segreto della buona riuscita della pulizia del forno – valido anche per le teglie e le grate del barbecue – è la tempestività. Spruzzate direttamente sulla parte incrostata i detergenti specifici acquistati avendo cura semplicemente di seguire con attenzione le istruzioni in etichetta. Il prodotto reagirà immediatamente consentendo una rapida rimozione delle incrostazioni.

In chiusura, vi ricordiamo un altro suggerimento forse banale ma che spesso viene tralasciato: quello di seguire sempre le indicazioni sull’utilizzo del prodotto. Affidatevi ai consigli dei professionisti: non rimarrete delusi e potrete avere un forno brillante e perfettamente funzionante.