Il marmo è un materiale pregiato, usato spesso nelle abitazioni e conosciuto sin dall’antichità. Le caratteristiche peculiari di questo prodotto sono la grande resistenza alle abrasioni, una lucidità naturale e una durata molto lunga nel tempo, come dimostrano alcune ville antiche dove le finiture sono conservate con incredibile perfezione. Di contro però è un materiale poroso, che si macchia facilmente e non è semplice da pulire.

In campo edile questa pietra naturale viene usata, per lo più, per le pavimentazione di appartamenti e scale. Può essere utilizzato anche come meraviglioso (ma delicato) piano di lavoro in una cucina dal design ricercato. Ma come fare a conservare questi marmi puliti e sfavillanti nei secoli a venire?

Il problema principale quando si puliscono i pavimenti e piani in marmo è la classica “macchia” sempre in agguato. Mi è caduta una goccia di caffè – o altro – come faccio a pulire il marmo del mio piano?

Primo: essere tempestivi. Il marmo è un materiale poroso, quindi se lasciate la macchia per tanto tempo è facile che non venga più via. Secondo: dimenticatevi tutti i detersivi tradizionali da cucina, soprattutto quelli anticalcare: i marmi hanno una base calcarea, quindi questi prodotti andrebbero a causare danni permanenti.

In genere pulire il marmo dei piani di lavoro della cucina non è poi così complesso, se la pietra è stata trattata con opportune pellicole protettive atte a limitarne la porosità. Un detergente neutro e un panno in microfibra, usati con tempestività, sono la soluzione più semplice e indicata.

Bisogna però fare molta attenzione ai liquidi acidi – basta una banale Coca Cola o del succo di limone – che se lasciati troppo tempo sul piano possono portare a una perdita di lucidità dello stesso.

Per quanto riguarda la pulizia del pavimento in marmo, bisogna prestare attenzione al tipo di detergente che si sceglie. Alcune tipologie sono a base acida, perfetti per pulire pavimenti come il gres ma pericolossisimi per quanto riguarda il marmo. Un prodotto a PH leggermente basico, può essere un’ottima soluzione contro lo sporco più resistente se diluito nell’acqua.

La soluzione più semplice, per evitare problemi, è quella di acquistare sempre un prodotto specifico per pulire il marmo, controllando bene l’etichetta e i dosaggi, per evitare spiacevoli incidenti.

Un capitolo a parte riguarda la lucidatura e la cura del marmo: ne parleremo nel prossimo articolo.