Musica e pulizie vanno d’accordo, molto d’accordo – almeno stando ad un immaginario collettivo antico quanto il mondo.

Non ci credete? Seguite questi link e fate un tuffo nel passato musicale più recente:

I want to break free, cantava uno strepitoso Freddie Mercury in un video cult mentre passava disinvoltamente la scopa elettrica e spolverava en travesti. Ve lo ricordate?

E chi non ha ancora il ricordo di quando, da bambino, sentiva la piccola Cenerentola cantare mentre lavava i pavimenti del grande salone del palazzo? Potete riascoltarla qui:

Sono solo due esempi, ma è un fatto che da sempre la musica ci aiuta ad affrontare i mille compiti quotidiani, dà energia, fa passare prima il tempo. Chi ama la storia potrà ripercorrere una lunga tradizione di “canti di lavoro” che in tutte le epoche e le latitudini hanno risuonato nei campi e nelle case (dai canti popolari nostrani agli spirituals) e che hanno lasciato un’eredità preziosa, spesso dando vita ai generi musicali oggi più popolari.

* * *

Tornando ai nostri tempi, da youtube a spotify sono tante le playlist per le pulizie. Requisiti essenziali: canzoni ritmate, allegre, che possano essere una buona compagnia e far passare il tempo in modo piacevole senza richiedere una concentrazione eccessiva. Ma soprattutto: canzoni che amate. Perché il nostro cervello risponde positivamente ai motivi che gli sono familiari, mettendo in moto preziosi meccanismi, indipendentemente dal genere ascoltato*.
Così fare le pulizie diventa più leggero e divertente.

Ve ne proponiamo alcune che abbiamo ripreso da Spotify, ma ne troverete tantissime. Se non avete mai usato Spotify sappiate che potete accedere alla versione gratuita semplicemente loggandovi con il vostro account facebook.

Fra le playlist pensate appositamente per aiutarvi nei lavori quotidiani vi consigliamo queste:

Atmosfere soft-rock (Bon Jovi, Nickelback, Blink 182) per “Pulizie della Domenica”:

Decisamente più pop la playlist “Fare pulizie in un sabato di sole”, che con quasi tre ore di musica vi dà modo di rassettare tutta casa con calma in compagnia di Kate Perry, Rihanna e tanti altri nomi internazionali.

Ed infine, se vi piace fare le pulizie con la canzone d’autore, la grande canzone italiana: Paolo Conte, Mina, Vecchioni, Daniele Silvestri, conditi con un po’ di Georges Brassens in una playlist chiamata semplicemente “Pulizie”. Ricordatevi che se alcuni autori non vi piacciono, potete eliminarli dalla playlist prima di farla partire.

Il perché musica e pulizie vanno d’accordo, in fondo ce lo ricorda Mary Poppins con “basta un poco di zucchero”…

*fonte: http://www.lescienze.it/news/2014/08/29/news/musica_preferita_connessioni_cerebrali-2265947/